Ogni cosa potrebbe non cambiare

tuffo_Ho finito di scrivere il romanzo. Nel senso che sto rifinendo i dettagli, ma l’ho finito. Tre anni e mezzo di lavoro. Se da una parte sono contenta di averlo terminato, dall’altro questa conclusione mi fa sentire un po’ vuota, un po’ orfana. Niente di nuovo, comunque. Credo sia una sensazione comune a chi lavora per anni a qualcosa e poi, un giorno, vede con in propri occhi che questa cosa è finita, che non c’è altro da aggiungere. Ho detto tutto? Sì, l’ho fatto, o almeno ci ho provato. E adesso cosa faccio? Che ne faccio della marea di appunti, carte, fotocopie, foto, cartellette più o meno grandi, più o meno piene, recensioni, suggerimenti di lettura, che ne faccio di tutta questa roba ammucchiata sulle mensole, sopra il comodino, custodita nella borsa, tra le pagine di libri, cosa ne devo fare? Butto tutto o conservo? Conservo in parte, per non dimenticare (ma poi, non dimenticare cosa, esattamente?), ma quale criterio devo usare per conservare le cose giuste e per gettare quelle che vanno gettate. Dove mi riverso, adesso?

E poi ci sono gli editori da contattare. La parte più spinosa, più difficile, è riuscire a vendere il proprio lavoro. Riuscire ad accettare i mesi di silenzio in attesa di una risposta (quando arriva), non lasciarsi sopraffare dall’ansia. Continuare a lavorare anche quando tutto tace e sembra che niente si muovi, che niente cambi. E, soprattutto, iniziare ad accettare la gelida eventualità che, nonostante gli anni di lavoro, nonostante l’impegno quotidiano e sincero, ogni cosa, alla fine, potrebbe non cambiare.

Oggi è con Arvo Pärt.

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...