5. Le presentazioni

La mia editor mi aveva detto: vedrai che andrà meglio. Si riferiva alle presentazioni, o meglio, alla mia sensazione di essere stata, nel corso del prima presentazione di Senzanome troppo tecnica, farraginosa. Ammesso e non concesso che sia stato questo l'esito finale oggettivo di quella prima presentazione, la mia editor aveva ragione: va sempre meglio. … Continua a leggere 5. Le presentazioni

La mia Milano [#16]

Ieri a Milano c'era un sole splendido e c'erano anche i fantasmi. Questa mattina, al risveglio, ho pensato io non ci vado più, a Milano; io, la prossima volta, rimarrò per sempre nella mia provincia brianzola tempestata di villette bifamiliari e capannoni. Dalla mia macchina, ieri ho di nuovo tirato i fili: Milano è L. … Continua a leggere La mia Milano [#16]

4. Uomo, anni 72. E a proposito di coraggio

Ieri sera un uomo di 72 anni che non conosco ha voluto farmi sapere due cose. La prima: sia lui sia la sua compagna stanno leggendo Senzanome e mi fanno i complimenti. La seconda (e per me più importante): per lui la lettura si sta rivelando più difficile perché il romanzo gli ricorda cose della … Continua a leggere 4. Uomo, anni 72. E a proposito di coraggio

Il senso di Pawel Kopinski [#15]

Comincio a chiedermi se alcune delle cose che sto facendo in questi mesi a cavallo tra il vecchio anno e quello appena iniziato abbiano ancora un senso. Il correttore automatico, a suo modo, mi risponde di no. Ieri notte mi sono rigirata nel letto per almeno un'ora e un po' ho pensato a questo senso … Continua a leggere Il senso di Pawel Kopinski [#15]

3. Genesi di Sezanome – parte II (e ultima)

Perché?È la domanda che non manca mai; la vedo accompagnata sempre da uno sguardo incredulo, talvolta persino timoroso: perché un romanzo che parla proprio di pedofilia?C'è un'affermazione che ciclicamente, di solito a cavallo di un fatto di cronaca, torna a occupare spazio nei discorsi e soprattutto sui social media. È questa: "eh, ma la pedofilia … Continua a leggere 3. Genesi di Sezanome – parte II (e ultima)

Autobiografia di un istante bugiardo [#14]

Questa è la storia di una foto infelice e di una primavera che sarebbe arrivata. In questa foto che mi ritrae da ragazza io non mi riconosco, come del resto nelle foto non mi riconosco praticamente mai. Sono io, una parte di me lo sa, ma non sono io. È un non riconoscimento difettoso. L'ho … Continua a leggere Autobiografia di un istante bugiardo [#14]